Siamo sicuri che sia da buttare?

Otto regole per ridurre lo spreco, salvare il pianeta e risparmiare Gli sprechi sono ormai parte della nostra vita quotidiana. Quasi 2 miliardi di tonnellate di cibo, di cui l’80% è ancora buono, viene gettato nella spazzatura. Le previsioni per il futuro non sono delle migliori, perché si stima che nel 2030 lo spreco aumenterà…

Food For Change: allevamenti di qualità

«Se è vero che un pollo in allevamento intensivo viene macellato dopo 30–35 giorni mentre negli allevamenti che seguono i criteri “slow” vive dai cinque ai sei mesi; e se è vero che una gallina ovaiola arriva a produrre anche 300 uova in un anno in un allevamento intensivo mentre una “slow” ne produce 150–200…

No al Ceta, sì al JEFTA. A che gioco giochiamo?

In un momento storico in cui la priorità di molti dei governi europei è quella di rendere sempre più difficile per le persone entrare nei confini comunitari, ai tavoli della Commissione Europea pare invece che per quanto riguarda le merci si intenda procedere in senso contrario. Si avvicina infatti la data del 17 luglio, in…

Ceta, l’Italia si schiera per il no

Questo CETA non s’ha da fare. Lo dice ora anche il neoministro dell’Agricoltura, Gian Marco Centinaio, nel corso di un’intervista al quotidiano La Stampa: il Ministro ha affermato di voler chiedere al Parlamento di non ratificare il trattato di libero scambio tra Unione Europea e Canada, dal momento che questo «tutela solo una piccola parte…

“Troppi antibiotici, ma l’UE abbassa la guardia”. La denuncia di The Guardian

Settecentomila l’anno. Questa l’ultima stima dei decessi causati dalla resistenza agli antibiotici. Una cifra destinata a salire se le istituzioni internazionali non adotteranno contromisure al più presto: per gli esperti entro il 2050 saranno 10 milioni le vittime l’anno. La comunità scientifica non usa mezzi termini: secondo Sally Davis, responsabile dell’Agenzia del farmaco del Regno…

Albicocche

La pioggia che è sembrata non dare tregua al Nord ha influito sicuramente sull’umore dei più meteoropatici, ma anche sui raccolti della frutta, che ha bisogno di caldo e sole per maturare a perfezione. Dunque non aspettatevi produzioni settentrionali di ciliegie, fragole e albicocche troppo buone. È un danno per i produttori, che sono obiettivamente…