CFL comunica

bambina-lavagna.600Benvenuto al nuovo coordinatore punto vendita

Da lunedì 24 ottobre l’organico dei collaboratori di CFL si è arricchito con l’ingresso di FABRIZIO MORANTE.
Il suo compito è quello di coordinare le attività lavorative e gestire il punto vendita.

Il Consiglio di amministrazione ha deciso di affidargli questo incarico perché, con l’apporto della sua esperienza specifica nel settore, maturata con anni di lavoro in questo campo, ci porti a sistemare il punto vendita per renderlo più accogliente e rendere più facile ai nostri soci e a tutti coloro che voglio usufruire di CFL come centro di acquisto per la loro spesa, la scelta dei prodotti.

Nel dargli il benvenuto gli auguro buon lavoro, nello spirito costruttivo che contraddistingue la nostra Cooperativa.

Angelo Jamoletti

La linea di CFL sulla partecipazione a incontri e dibattiti pubblici

La nostra Cooperativa conta tra i suoi soci molte persone impegnate attivamente in diversi ambiti associativi, del volontariato sociale e della politica locale. Questo è senz’altro un elemento positivo per la vita sociale della nostra Cooperativa, che si arricchisce di esperienze di diversa provenienza che contribuiscono a tenere vivo il confronto e la tensione al miglioramento della nostra comunità. Tuttavia, proprio l’eterogeneità della nostra compagine sociale ci pone di fronte alla necessità di evitare che CFL sia associata a specifiche prese di posizione rispetto a temi in cui sono chiamati in causa valori ideologici, religiosi o politici, o comunque questioni che coinvolgono la sfera strettamente personale degli individui.

A fronte di ciò, il Consiglio di amministrazione ritiene opportuno che la partecipazione di CFL a incontri e dibattiti pubblici sia attentamente valutata di volta in volta.
Pertanto, laddove un socio fosse invitato a partecipare a un convegno o dibattito associando esplicitamente il suo nome a quello di CFL, chiediamo che sia avvisato preventivamente il Consiglio, che ne valuterà l’opportunità. Chiaramente non si intende limitare le iniziative a titolo personale che, anzi, sono lodevoli in quanto facenti parte dello spirito di attivismo civico e sociale condiviso.

Maddalena Borella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *