Clementine: abbiamo aspettato un poco, ma le notizie sono ottime

È giunto, un po’ in ritardo rispetto al solito, il momento ideale per comprare le clementine, gli agrumi deliziosi ottenuti secoli fa attraverso un incrocio al fine di ‘‘eliminare’’ i semi dai mandarini. Sono i primi frutti di questa famiglia ad arrivare sul mercato e quest’anno hanno tardato un poco, dicevamo, a causa delle alte temperature che hanno perdurato soprattutto a ottobre. Il freddo è infatti ingrediente essenziale per completare la maturazione e conferire il caratteristico colore arancione.

Abbiamo aspettato un poco di più ma le notizie sono ottime. Grande abbondanza e prezzi popolari. Non storcete il naso se ne troverete soprattutto di pezzatura piccola o media, la natura e il clima quest’anno ci hanno dato questo, e le più grosse sono molto rare, ma non è un problema, anzi: le clementine più piccole non si differenziano per gusto da quelle grandi, insomma non è la taglia a far la differenza, ma in compenso costano meno, anche di molto.

Le più piccoline vanno da € 1 al chilo a € 1,50, le medie stanno sui due euro mentre le grandi, come dicevamo difficili da trovare, arrivano anche a quattro euro. Non è il caso di sprecare i soldi.

Concentriamoci piuttosto sul fatto che abbiano ancora un rametto o foglie attaccate, garanzia di freschezza, oppure che la rosetta che rimane dove si stacca il picciuolo sia verdognola e non marroncina: se è secca le clementine saranno state trattate con l’etilene in magazzino per accelerarne la maturazione, ma ci avranno rimesso in gusto e profumi.

La stagione si prefigura, salvo grandi imprevisti, come molto buona per gli agrumi in generale: ora abbiamo le clementine della costa ionica, Taranto e Massafra in Puglia, il Metaponto in Basilicata, Corigliano in Calabria. Tra un mese avremo le clementine più ‘‘meridionali’’ attorno a Rosarno in Calabria e in alcune zone della Sicilia, dove però intanto saranno quasi pronti i mandarini. Aspettiamo che si avvicini il Natale per quelli. E poi sarà la volta delle tante meravigliose arance del nostro Paese, che si succederanno per varietà e zone di produzione per accompagnarci per tutto l’inverno. È come portarsi il sole in casa e visto come si sono abbassate le temperature ultimamente partiamo senza remore dalle clementine profumate del nostro Meridione, che siano il più fresche possibile, invidiando chi ha la possibilità di assaggiarle appena colte nei luoghi di produzione.

SalvaSalva

SalvaSalva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.