Diversa..mente raddoppia

13305023_10208481660271006_8161832200449637520_o
Esattamente… Quest’anno la festa “Tutto il mondo è paese, il nostro paese è il mondo”, organizzata dall’associazione diversa..mente è durata “ben” quattro sere anziché le solite due. Si è svolta infatti dal 2 al 5 giugno nel parchetto attorno al circolo ARCI Fuorirotta alle Battaglie.
Nonostante le “incertezze” meteorologiche che hanno costretto gli organizzatori a frequenti spostamenti di tavoli e cucine, il “clima” relazionale è sempre stato molto caloroso.
Le cucine hanno visto la presenza delle nuove cuoche dell’India, del Messico e del Marocco, oltre alle storiche Eritrea, Senegal e Brasile. Tutte molto gradite.
Gli intrattenimenti dopo cena: interessanti e piacevoli. La prima sera con la proiezione di cortometraggi sul problema dell’immigrazione presentati dalla cooperativa Ruah; la seconda sera una simpatica esibizione di un complesso che utilizza come strumenti materiale di recupero, ad esempio la cassa della chitarra è una teglia da lasagne! La terza e quarta serata sono state allietate da  musiche e balli etnici e popolari. Il gruppo bulgaro ha anche rappresentato un loro matrimonio tradizionale. Erano bellissimi nei loro costumi colorati! Ed infine… last but not least (scusate l’uso dell’inglese), la sfilata di abiti africani conclusasi con i balli delle “modelle” accompagnati dalle percussioni dei ragazzi senegalesi.
Le “briciole di cultura” hanno dato la possibilità di farsi fare un tatuaggio temporaneo all’henné, veder preparare e assaggiare il tè alla menta, imparare qualche parola in arabo e conoscere i segreti di seduzione delle donne senegalesi.
Beh, bisogna dire che è stata proprio una bella festa, simpatica, allegra e soprattutto molto collaborativa grazie all’apporto di tanti volontari che si sono prodigati per la buona riuscita e anche al sostegno di tante realtà, come la CFL che ha contribuito con i buoni spesa messi in palio per la sottoscrizione a premi di finanziamento della festa).
Arrivederci al prossimo anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *