Estratto dal verbale dell’assemblea generale del 7 maggio 2017

L’assemblea si apre con l’intervento del presidente Angelo Jamoletti, che spiega ai presenti che questa è la prima assemblea che si tiene dopo la modifica dello statuto che ha abolito le assemblee parziali. I numeri però confermamo che la presenza dei soci non ha subito una drastica riduzione. Il presidente della Commissione elettorale Bruno Gatti fornisce i numeri della partecipazione all’assemblea:

  • soci aventi diritto:4.395
  • partecipanti alle assemblee: 37+ deleghe 38

Totale soci (partecipanti + deleghe) 75, pari all’1,7% degli aventi diritto.

Il presidente dà la parola alla responsabile amministrativa Elena Rossoni, che illustra il bilancio consuntivo 2016 (vedi numero monografico di «Gente che coopera» dedicato al bilancio).
Il presidente del Collegio sindacale dott. Cinzia Assolari legge la relazione del Collegio dei sindaci e sottolinea che è comunque un buon bilancio, ma che sarebbe stato ancora migliore se prudenzialmente non si fossero accantonati € 20.000 per far fronte ad evenutali rischi futuri.
I soci presenti sono chiamati all’approvazione del bilancio chiuso al 31/12/2016 completo di relazione sulla gestione e relazione del Collegio sindacale.

Votazione sul bilancio al 31/12/2016 e relazioni

Elena Rossoni continua con la presentazione di:

  • budget 2017. In particolare si prevede un aumento delle vendite dell’1% rispetto al 2016. Il fatturato vendite a fine febbraio segna un negativo di –1,8% sull’analogo periodo 2016. Sugli acquisti si prevede il mantenimento del margine al 24%. Le spese annue previste per il personale sono pari a € 510.000;
  • analisi del fatturato del primo trimestre 2017, che vede un progressivo di –1,01% contro un progressivo del primo trimestre 2016 pari a –6,2%.

Il presidente illustra di seguito le strategie per il 2017:

  • Mantenere il ruolo di negozio di quartiere, dove si trova un ampio assortimento di prodotti di prima necessità.
  • Potenziare e rifocalizzare l’offerta di prodotti di alta qualità che costituiscono tradizionalmente il punto di forza della Cooperativa, specie per quanto riguarda i prodotti freschi e freschissimi, privilegiando le eccellenze locali.
  • Dare più spazio e visibilità all’assortimento “etico”, che caratterizza fortemente la CFL in quanto coerente con la sua missione: prodotti biologici, equosolidali, provenienti dalla rete cooperativa e da organizzazioni impegnate in progetti di promozione umana.
  • Migliorare l’ordine e l’aspetto del punto vendita perché sostare in Cooperativa sia un’esperienza piacevole e rilassante in un ambiente sobrio ma accogliente e curato.
  • Potenziare la comunicazione verso i soci ed i non soci, per informare al meglio sulla Cooperativa, la sua unicità, i suoi prodotti e i suoi servizi.
  • Promuovere le relazioni sia fra i soci che la rete di organizzazioni impegnate sul nostro territorio a produrre benessere sociale, offrendo spazi di relazione, incontro, approfondimento.
  • Mantenere una fascia di prezzo tale da garantire la difesa del potere di acquisto dei nostri soci anche attraverso l’introduzione dell’“angolo della convenienza”.
  • Puntare sul risparmio energetico: l’energia elettrica è il costo più alto del costo dei servizi, si è quindi deciso di sostituire le lampade esistenti con lampade a LED, in programma c’è anche la sostituzione dei frigoriferi con modelli più recenti a basso consumo energetico. Gli attuali, ormai datati, necessitano di manutenzione continua.

Interventi dei soci

Pala: relativamente alle offerte presenti nel punto vendita chiede se dureranno per tutto l’anno e qual è il piano comemrciale.
Interviene il responsabile del punto vendita Fabrizio Morante e spiega che continuerà nel 2017 la “Missione risparmio” con l’offerta ai soci di prodotti scontati. Nel periodo di Pasqua è stata fatta la raccolta dei bollini con lo sconto del 20% a completamento della tessera, e si pensa che la stessa iniziativa si ripeterà a Natale, come l’anno passato.
Continuano poi le offerte sui prodotti biologici, km zero della gastronomia e non.

Zibetti: vuole capire meglio qual è la conseguenza dell’apertura anche ai non soci.
Viene ribadito che l’apertura ai non soci vuole dare la possibilità a chi non ci conosce ancora di pote venire a fare la spesa nel nostro punto vendita e sposare la nostra filosofia di consumo. Da giugno verrà resa obbligatoria la presentazione della tessera in cassa così da veicolare delle offerte esclusive solo per i soci, viene ricordato che l’iniziativa dei bollini di Pasqua è stata fatta solo per i soci, così come solo ai soci è dedicato lo sconto del 15%+5% sui libri di testo.

Il presidente Jamoletti anticipa che verrà organizzata una gita ad Alba con un costo di partecipazione diverso tra soci e non soci. Il presidente informa inoltre che nonostante l’apertura ai non soci, dall’inizio dell’anno si sono avute iscrizioni di nuovi soci, con un saldo positivo di 27 nuovi soci.

Rota: chiede aggiornamenti sullo stato dei furti e sulla palazzina.
Fabrizio Morante risponde che purtroppo si verificano ancora furti in CFL; le telecamere in parte funzionano da deterrente, ma si verificano ancora episodi spiacevoli.
Per quanto riguarda la palazzina il presidente Jamoletti informa che, come da delibera del Consiglio precedente, la palazzina rimane in vendita. Trattative non sono mai mancate, all’inizio di quest’anno c’era una trattativa in corso che sembrava andasse a buon fine, purtroppo non si è ancora conclusa definitivamente.
Il presidente Jamoletti comunica che a dicembre 2017 scade il permesso di costruire e questo, se lasciato scadere, comporta il versamento di altri oneri di urbanizzazione. Per evitare questa evenienza, il Consiglio dovrà prendere provvedimenti. Sono già allo studio varie soluzioni.

Per quanto riguarda il Foro boario, essendo un argomento molto trattato in questo periodo, alcuni soci hanno chiesto se CFL era al corrente di eventuali sviluppi.
Il presidente Jamoletti spiega che non conosce ulteriori sviluppo rispetto alle notizie apparse sulla stampa locale, prende comunque l’impegno di incontrare responsabili del mondo Coop che dovrebbero essere più aggiornati sulla situazione.

Il consigliere Pavesi aggiorna sulla situazione dell’associazione dei volontari di CFL ed in particolare informa i soci presenti che venerdì 26 maggio alle ore 20:45 presso la sala consigliare della CFL si terrà l’assemblea costituiva dell’associazione dei volontari di CFL, sarà un occasione per incontrarsi e illustrare la sua evoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *