Incontro dell’associazione Risorse

CICLO DI CONFERENZE Primavera 2017

Spesso ci domandiamo, anche con certo senso di apprensione, a volte anche di frustrazione: “Perché l’economia italiana non cresce?” Che cosa spiega l’arcano? Tenteranno di rispondere alcuni economisti di vaglia che l’associazione RISORSE invita per il ciclo di conferenze che si svolgerà a Treviglio, presso l’Istituto Oberdan, dal 6 marzo al 30 dello stesso mese. Tutti gli appuntamenti sono alle 20:45.

Lo schema del ciclo è stringente ed organico. Le prime due conferenze sono di carattere storico. Intendono infatti delineare la dinamica dello sviluppo della nostra economia dagli anni cinquanta ad oggi. Così si potranno valutare meglio le attuali performance. Le ultime due conferenze tenteranno invece di spiegare quanto avvenuto negli ultimi venti anni, connettendo fatti, strutture e teoria economica.

Nella conferenza di giovedì 9 marzo il dott. Sergio FERRARI delineerà il quadro storico di riferimento, mostrando come si presentano le ‘radiografie’ delle fasi economiche, dei tassi di crescita, della distribuzione del PIL tra i tre settori economici, della quantità di forza lavoro in essi occupata, così come della quantità della popolazione attiva e della disoccupazione. Spiegherà quali erano i leader dei settori industriali, quali i livelli di produttività raggiunti, la redditività delle imprese, il loro numero e le loro dimensioni. Non solo, si occuperà della distribuzione del reddito nazionale.

Giovedì 16 marzo, invece, il prof. Roberto ARTONI, già ordinario di Scienza della finanza alla Bocconi di Milano, affronterà uno dei temi più spinosi: il debito pubblico in Italia. Solitamente viene visto come un fattore altamente negativo, soprattutto da quando, nel lontano 1991-92, raggiunse e superò il 100% del PIL. Spesso viene considerato come la causa di tutti i nostri guai. È proprio così? La conferenza offrirà una storia ragionata su come e perché si è formato. Ne individuerà le fasi e metterà in correlazione la dinamica del debito sia con i tassi d’interesse reali che con i livelli di tassazione. Artoni è anche un grande esperto in materia di Partecipazioni statali e privatizzazioni. Quale fu il loro ruolo? Da ultimo si porrà il problema della sostenibilità del debito pubblico nella fase della lira e in quella dell’euro 2.

A cura di RISORSE – Associazione per capire meglio l’economia – Treviglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *