Non comprare un gatto, adottalo!

GattaGMilioni di gatti non vedono l’ora di condividere con noi la loro esistenza e magari appisolarsi insieme a noi sul divano o
nella cesta del bucato. Come prima cosa, proprio come consigliato già per i cani, recatevi in uno dei tanti rifugi o gattili
disseminati in tutta Italia oppure consultate un sito internet per le adozioni.
La scelta è veramente infinita: cuccioli, cuccioloni, adulti e anziani di ogni foggia e colore e razza non aspettano
che essere adottati, per avere una vera casa e l’affetto di una famiglia. Inoltre, i volontari di queste strutture sapranno
ben consigliarvi su quello più adatto a voi e alla vostra famiglia e in loro troverete sicuramente una voce amica ed un buon consiglio sulla gestione futura dell’animale.

Non incentivate il traffico di cuccioli
La gran parte dei cuccioli dagli occhi dolci che trovate esposti nelle vetrine dei negozi di animali provengono con
molta probabilità dalle cosi dette “fabbriche di cuccioli”: allevamenti intensivi, o meglio lager per animali, dove
l’unico scopo perseguito è il profitto a scapito della salute e del benessere delle malcapitate bestiole. Gli animali sono
tenuti in gabbie piccolissime e le condizioni igienico-sanitarie praticamente inesistenti; le madri sono sfrutate fino alla
morte con continue gravidanze e la quasi totalità dei cuccioli che sopravvive allo svezzamento anzitempo, viene
trasportato con viaggi mostruosi nei negozi. Questi cuccioli spesso mostrano in seguito seri problemi di salute e gravi
squilibri comportamentali dovuti ad un’errata o assente socializzazione e agli shock subiti e altrettanto spesso non sono
della razza per cui vi vengono venduti, non hanno documenti in regola e talvolta sono infetti da malattie quali cimurro e
rogna, anche mortali.

Salvate una vita e troverete un amico per la vita
Lo spazio nei gattili è estremamente limitato ed il fenomeno del randagismo in continua espansione. Le strutture non
riescono ad accogliere il grande numero di trovatelli e per questo, anche in quelle più serie ed organizzate, gli animali
conducono un’esistenza a malapena dignitosa. Quindi se volete condividere la vostra vita con un animale, non esitate
ad adottarne uno in gattile.

Risparmiate denaro
In tempi di crisi come questo, anche il vostro portafogli gioirà per l’adozione di un animale. Adottare in canile costa
decisamente meno che acquistare in un negozio e con una cifra simbolica potrete adottare un animale in perfetta salute,
vaccinato ed avere tutte le indicazioni ed i consigli per la sua cura.

Aiutate a ridurre la sovrappopolazione dei gattili
Al mondo esiste un numero impressionante di animali che cercano una casa ed una famiglia che li accolga. I petshop e
le fabbriche di cuccioli non fanno altro che incrementare queste cifre: si stima che, ogni anno in Italia, muoiano per
abbandono circa 280.000 tra cani e gatti. Anche voi potrete contribuire attivamente per migliorare la situazione adottando un animale da un rifugio.

Come prepararsi ad una lunga e coinvolgente storia d’amore
C’è un pensiero molto diffuso che vede la convivenza con un gatto una cosa estremamente facile: non è del tutto
vero. La scelta di adottare un gatto deve essere ben soppesata, perché il gatto è un animale longevo che può vivere oltre
20 anni e, anche se può abituarsi a restare in casa da solo per diverse ore al giorno, vanno tenute presente queste sue
necessità: la pulizia della lettiera da cacca e pipì e la somministrazione di cibo e acqua fresca ogni giorno, un po’ di
gioco e di movimento su balcone o in giardino, vaccinazioni e controllo periodico veterinario, organizzazione della sua
cura in caso di vacanze. Questi bisogni hanno un costo sia a livello di impegno che a livello economico.
Se siete coscienti di tutto questo, allora congratulazioni: siete pronti per accogliere un tenero micio nella vostra vita e
nella vostra casa.

Link a gattili e siti utili per l’adozione di un gatto:

http://www.gattiletreviglio.it/
http://www.tigri-domestiche.it/volontariato,lombardia,10,1,gattile_di_treviglio,63.html
http://www.gattidibergamo.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *