L’inizio di primavera e cambio di stagione

In primavera la natura si risveglia, le piante iniziano a fiorire, migliorano le condizioni meteorologiche e iniziano a modificarsi due parametri fondamentali, luminosità e temperatura, che incidono direttamente sulla biochimica cerebrale e sul nostro benessere psicofisico.
Uno dei sintomi più comuni del cambio di stagione è l’insonnia, in ogni sua forma. Le conseguenze negative dell’insonnia sono numerose: ansia sempre maggiore, sbalzi d’umore, poca lucidità mentale, chili di troppo, pelle spenta e occhiaie. Per affrontare l’insonnia di tipo stagionale, è opportuno rivedere alcune abitudini quotidiane partendo dalla dieta e ricordarsi di bere a sufficienza: questa è una regola d’oro del benessere valida per tutte le stagioni.

La primavera, però, ispira anche nuovi rituali di purificazione e bere più acqua potrebbe essere un buon inizio, peraltro semplice ed economico, per il detox primaverile. Inoltre, essere e mantenersi ben idratate tiene lontani stati di spossatezza tipici del cambio di stagione, aiutando a recuperare le energie. Oltre all’acqua “semplice” (oligominerale o dell’acquedotto), si possono bere e gustare succhi di frutta e verdura (non zuccherati) come smoothies e centrifugati, rimineralizzanti e immunostimolanti. Sensazione di gonfiore e carenza di energia è una sensazione molto frequente quando ci si avvicina al cambio di stagione. Oltre a seguire un’alimentazione improntata al detox (niente alcol, tanti cibi integrali, molti vegetali, più acqua, poche proteine animali, pochissimo sodio), si possono provare le tisane e gli infusi sgonfianti tutti naturali.

Soprattutto al cambio di stagione, integrare la dieta con potassio e magnesio può essere molto efficace per non cadere nella tipica stanchezza stagionale e anche per contrastare l’ansia “da primavera”. Con una dieta corretta si può fare il pieno di vitamine del gruppo B mangiando più cereali integrali, frutta secca, pesce e uova. Per quanto riguarda invece il giusto apporto di vitamina C, sarà sufficiente aumentare il consumo di vegetali a foglia verde crudi, come i broccoli, saltate in padella, nonché di agrumi e fragole. Fondamentale l’abbinamento di una corretta attività fisica, equilibrata e non stressante, come passeggiate nella natura: mettono in moto l’organismo, allenano i muscoli e ci fanno apprezzare il cambiamento della natura intorno a noi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *