Recensioni di gennaio 2016

donna-anziana-che-legge-un-libro-31014873Michela Marzano
Papà, mamma e gender
UTET, 2015, pag. 151 € 10,20 (al socio € 8,67) disponibile in eBook a € 7,99

Maria Michela Marzano è una filosofa, politica e saggista italiana, residente in Francia. In questo libro ci parla di un tema ricorrente nelle cronache attuali: quello del “gender”, parola di cui non sempre è chiaro il significato. Ci spiega dunque l’autrice: “Gender è semplicemente il termine inglese per il quale esiste da anni la traduzione italiana “genere”. La scelta, per alcuni, di utilizzare il termine in inglese anziché la parola propria in italiano è un modo per creare confusione e paura. Alcuni pensano, anche in buona fede, che si stia introducendo qualcosa di anomalo ed alieno, ma in realtà il termine gender o genere è stato semplicemente utilizzato a partire dagli anni Cinquanta in studi scientifici negli Stati Uniti per cercare di distinguere il sesso biologico —comprensivo di tutte le caratteristiche fisiologiche, organiche e fisiche — da quelle che sono le caratteristiche che la cultura tende ad attribuire, di volta in volta, all’uomo e alla donna. Questi molteplici studi sono stati compiuti, da un lato per decostruire gli stereotipi e, dall’altro per cercare di fare chiarezza nel distinguere la differenza di genere dalla differenza di sesso e dall’orientamento sessuale. Il mio libro fondamentalmente spiega questo ed è da prendere come uno strumento a disposizione soprattutto degli insegnanti e dei genitori, utile per fare chiarezza.” Il dibattito attualmente in corso vede contrapposti due diversi schieramenti, dove gli oppositori vedono nella teoria una pericolosa deriva morale, il tentativo di scardinare i valori fondamentali del vivere umano. È una questione sulla quale esiste, come diceva il cardinale Martini, un “conflitto di interpretazioni” perché ha a che fare con “le caverne oscure, i labirinti impenetrabili” che ci sono dentro ognuno di noi. Continua l’autrice: “In realtà, il vero problema per alcune persone è l’omosessualità. Io stessa, che sono un’eterosessuale convinta, scrivendo questo libro sono diventata bersaglio di attacchi e insulti sistematici e continui. Infatti, si parla di gender, si parla di educazione, ma in realtà quello che disturba è l’omosessualità, cioè il fatto che si continua a pensare che ci sia una superiorità dell’eterosessualità sull’omosessualità, che gli omosessuali siano cittadini di serie B. Tutto ciò nonostante ci siano studi scientifici che spiegano da tantissimo tempo che è assolutamente sbagliato gerarchizzare tra i diversi orientamenti sessuali. Alcune persone, sbagliando, continuano a pensare che chi non è votato all’eterosessualità, a costruire una famiglia con papà e mamma, deve rimanere nell’ombra; al limite può amare un’altra persona, ma deve farlo in silenzio, soprattutto senza chiedere nulla allo Stato e senza “contrastare” quella che è considerata da queste persone come l’unica famiglia legittima. Per questo parlano di famiglia tradizionale, di famiglia naturale; si parla del concetto di “naturalità”, nonostante, ovviamente, tutto ciò che esiste è naturale per definizione: è naturale l’eterosessualità, è naturale l’omosessualità”. Nel libro l’autrice non esita a mettersi in gioco direttamente, raccontando sia delle discriminazioni e della violenza contro le donne, gli omosessuali e le persone transessuali, ma anche di se stessa: identificandosi nell’esperienza di chi ha vissuto da vittima innocente il dramma dell’esclusione.

Luca Panzini, Fabri Kramer
Ho due papà
Terra nuova edizioni, 2014, pag. 36, illustrato € 12,00 (al socio € 10,20)

Ogni bambino ha diritto a un libro che rappresenti la sua esperienza: sono numerosi anche in Italia i bambini e le bambine nati da genitori omosessuali; poterne parlare ai più piccoli significa educare bambini, genitori e la società al rispetto della diversità e alla pluralità. “Ho 2 papà” racconta la storia di Margherita e dei suoi due papà a partire dalla festa di compleanno della piccola: l’amore che ha unito i due uomini, il desiderio di paternità, il dono di Meg che si è offerta di portare Margherita in grembo, l’arrivo a casa della piccolina. Nel volume sono presentate tutte le diverse famiglie oggi esistenti (formate da una donna e un uomo, due donne, due uomini, single, nuclei allargati), e viene suggerito che ad essere importanti sono l’amore, la serenità e il rispetto. Il volume fa parte della serie “Somefamilies”, libri scritti per raccontare i diversi tipi di famiglia oggi esistenti, tutte legittime quando sono frutto dell’amore e del rispetto.
Lettura indicata dai 6 agli 11 anni

Luca Panzini, Fabri Kramer 
Ho due mamme
Terra nuova edizioni, 2014, pag. 36, illustrato € 12,00 (al socio € 10,20)

Milo ama ascoltare racconti avventurosi e la storia della sua nascita… Nel libro lo seguiamo nella routine della nanna serale, coccolato e accompagnato con amore dalle sue due mamme.
Lettura indicata dai 6 agli 11 anni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *