Recensioni di maggio

Georges Bensoussan
Genocidio. Una passione europea
Ediz. Marsilio, 2009, collana “I nodi”, pag. 396, rilegato,
€ 21,00 alsocio € 17,85

Un filo sottile lega gli eventi che portarono al nazismo e agli stermini e genocidi compiuti dagli europei nella loro storia di dominio coloniale e non solo. L’autore, storico francese nato in Marocco ma con studi in in Francia, si è dedicato in particolare allo studio dell’antisemitismo, della Shoah, del sionismo e dei problemi della memoria storica, ricordandoci che l’immaginario antiebraico non si limita a qualche figura isolata, ma impregna la storia dell’intera Europa: e proprio qui secondo l’autore ritroviamo, nelle radici dell’antiebraismo, quell’antisemitismo che costituisce il sottofondo della catastrofe che è stato il secolo appena trascorso. Chi ha reso possibile la formazione intellettuale degli architetti dell’annichilimento? Chi furono i maestri dei medici nazisti? In quale contesto culturale sono stati immersi coloro che hanno concepito l’assassinio di massa? Dal momento che gli uomini sono nutriti dalle credenze delle generazioni precedenti, secondo l’autore si deve procedere a un’analisi intellettuale del secolo appena trascorso. Questo  sfondo non esclude una cerchia più ampia: non è quindi possibile capire le leggi di Norimberga prescindendo dagli statuti di ‘limpieza de sangre’ del XV secolo spagnolo; non è possibile capire il comportamento genocida dell’autunno 1941 senza correlarlo al programma “T4” nazista di soppressione dei malati mentali.  L’autore ci indica inoltre gli anni 1880-1914 come  la matrice di una brutalizzazione della società che la Grande Guerra avrebbe esacerbato con una morte di massa. Georges Bensoussan ha lavorato come capo redattore per la Revue d’histoire de la Shoah ed è responsabile editoriale del Mémorial de la Shoah (Paris). Tra i suoi studi sono stati tradotti in italiano Il sionismo. Una storia politica e intellettuale (Einaudi, 2007), Genocidio. Una passione europea (Marsilio, 2009), Israele, un nome eterno. Lo Stato di Israele e lo sterminio degli Ebrei d’Europa (Utet, 2009), Storia della Shoah (Giuntina, 2013) e L’eredità di Auschwitz (Einaudi, 2002 e 2014). Bensoussan è inoltre autore di Génocide pour mémoire (1989), L’Idéologie du rejet (1993) e Juifs en pays arabes (2012).

 

Nagisa Tatsumi
L’arte di buttare. Come liberarsi delle cose senza sensi di colpa
diz. Vallardi, 2016, collana Sakura, pag. 199, illustrato, rilegato,
€ 13,90 al socio € 11.81

Dopo un periodo di ricchezza e di accumulo, sperimentato durante il boom degli anni ’60-’70, i giapponesi hanno vissuto una fase di contrazione e di distacco dal consumismo, accompagnata dalla necessità fisica di liberarsi degli oggetti inutili che soffocano le loro minuscole abitazioni. Buttare via, però, è un’operazione difficile perché si scontra con il valore antico del riutilizzo che, a ogni scarto, fa dire a una voce interiore: “che spreco!”. L’autrice indaga sui meccanismi psicologici della riluttanza ad abbandonare le cose, aiuta a superare i sensi di colpa, illustrando i principi di base e le tecniche che aiutano a mollare la presa. Inoltre sensibilizza i lettori sulla necessità di attuare una selezione già nel momento degli acquisti, in modo da spezzare all’origine il circolo vizioso dell’acquistare/buttare.  Nagisa Tatsumi, scrittrice ed educatrice, in Giappone è stata la prima e massima esperta di riordino, attività che procura benefici fisici e mentali e che in quel paese è addirittura oggetto di studio universitario. Con la pubblicazione di questo libro, l’autrice ha aperto le porte a una nuova era nella filosofia delle pulizie domestiche e della cura della casa, approfondendo la relazione tra gli esseri umani e i beni materiali, gli stili di vita e di consumo.

 

Angela Nanetti
Viola dei cento castelli
Ediz. Giunti Junior, 2016, collana Colibrì, illustrato, pag. 127,
€ 8,90 al socio € 7,56

Viola vive in una casa famiglia, ha una storia difficile alle spalle, ma anche una grande immaginazione e tanto coraggio nel cuore. Un giorno un incontro fortuito con un cane in fuga e un anziano misterioso, che scoprirà essere sopravvissuto al lager, in una cantina abitata da una macchia sul muro e da un pipistrello, teneri testimoni delle sue vicende, le cambieranno la vita. L’autrice intreccia la tragedia dell’Olocausto con la difficile vita di una bambina “diversa”,  raccontandoci quanto il desiderio di resistere e la voglia di vivere possano aiutare a superare ogni difficoltà. Angela Nanetti scrive storie che attraversano molti generi, dal romanzo di formazione a quello storico fino al racconto breve e alle filastrocche. Ha ricevuto il Premio Andersen come migliore autrice nel 2003.  ***Età di lettura: da 7 anni***

 

Chiara Giuliani
La casa di charme
Libreria Editrice Fiorentina
€ 24,00 (al socio € 20,40)
Disponibile anche in e–book.

Questo manuale sulla casa, tutto declinato al femminile e pensato — come dice l’autrice — “per donne con poco tempo che vorrebbero case con molto spazio”, è  ricco di pratiche soluzioni che insegnano come rendere più bella la nostra abitazione in modo semplice, veloce e senza spendere un capitale.  Dà valore non solo alla casa, ma anche alle persone che la abitano, e fa capire come la bellezza semplice e lineare dell’ambiente da noi creato con­tri­bui­sca a far stare meglio anche chi lo abita. Le indicazioni vanno dai suggerimenti per chi vuole dare semplicemente una “rinfrescata” alla propria casa, alla scelta dell’arredo fino alla ristrutturazione completa. Un vero e proprio manuale pratico, utilissimo ma anche molto scorrevole, che si legge tutto d’un fiato. Il volume è diviso in capitoli che ci indicano in primo luogo come trovare il “nostro” stile di casa, per poi concentrarsi sui suggerimenti più “tecnico” e di stile: dai colori alle luci, dai mobili ai soprammobili, sono indicate con chiarezza le linee da seguire per rinfrescare, arredare e risistemare con soddisfazione la nostra abitazione. Scritto con un linguaggio scorrevole e diretto, è un vero e proprio manuale di design dedicato a tutte le donne che vogliono realizzare una casa speciale e che sia, in tutto e per tutto, unica. Chiara Giuliani, architetto e figlia di un socio CFL, con la passione dell’interior design e dello stile, vive e lavora a Firenze. Dopo alcune pubblicazioni universitarie e su riviste specialistiche ha pubblicato nel 2012 questo manuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *