Recensioni di ottobre 2015

donna-legge-su-pratoMichel Houellebecq
La possibilità di un’isola
Bompiani, Tascabili, Best seller, 2009, pag. 399
€ 11,00 (al socio € 9,35)
“La clonazione ci sarà. Certe cose sono irreversibili. Tutto quello che la scienza può permettere sarà realizzato, anche se ciò modifica profondamente quello che oggi noi consideriamo come umano, o come auspicabile”. Così l’autore in un’intervista a Le Monde.
Lo scenario descritto nel libro è quello di un futuro inquietante, con un pianeta Terra reduce da guerre atomiche e cambiamenti climatici irreversibili, dove per gli “umani” e i loro discendenti “indiretti”, le persone clonate, sembra non esserci più posto per le emozioni, i sentimenti, e tutto ciò che fa la soggettività di ognuno — eliminata anche ogni necessità legata alla sopravvivenza o all’alimentazione. Si alternano nella narrazione il racconto di Daniel1, ambientato ai nostri giorni, e quello dei suoi successori, Daniel24 e Daniel25, a lui geneticamente identici, votati all’immortalità attraverso la rinascita dopo la morte, e in teoria destinati a una vita priva di sofferenza e dolore.
Provocatorio e ironico, il romanzo di Michel Houellebecq è una riflessione sul senso della vita che viviamo e sulla possibilità di replicarla.


Christa Wolf
Parla, così ti vediamo
edizioni e/o, collana “Dal Mondo”, 2015, pag. 176
€ 16,00 (al socio € 13,60)
Il libro è una traduzione finora inedita in italiano di alcuni saggi, lettere, interviste e discorsi (tra cui il celebre “Riflessioni sul punto cieco” tenuto nel 2007 al Congresso della Società psicoanalitica internazionale) della scrittrice tedesca, scomparsa il 1° dicembre 2011 a Berlino.
Christa Wolf risponde all’esortazione socratica “Parla, così ti vediamo” e nel suo stile diretto esamina con grande lucidità la profonda contraddizione che contraddistingue la società contemporanea: proiettata in una folle corsa verso un apparente progresso e incapace di riconoscere la propria responsabilità nei confronti dei mali del mondo attuale e dei propri crimini. Convinta che l’utopia sia una necessità vitale dell’essere umano, Christa Wolf riaggancia la speranza grazie alla parola e alla scrittura autobiografica, convinta che il ricordo possa costituire la materia di cui si compone la nostra coscienza. Ci invita quindi a interpretare la crisi esistenziale di cui ognuno di noi porta i segni come un segnale, un’occasione da cogliere, vedendo i conflitti come un qualcosa che mette sì in discussione l’essere umano, ma contemporaneamente rende possibile l’esistenza dell’arte e della letteratura.

Bruno Brigo

Dieta e gruppi sanguigni
Tecniche Nuove, 2015, pag. 96
€3,90 (al socio € 3,31)
II gruppo sanguigno è dato da un’impronta genetica precisa che distingue ogni individuo dagli altri, lo caratterizza e permette di capire come è fatto e come si comporta il nostro sistema immunitario. È possibile utilizzare i quattro gruppi sanguigni 0, A, B, AB come una guida attendibile per scegliere un’alimentazione idonea a ognuno, che può consentire un miglioramento del proprio stato fisico e una riduzione del rischio di ammalarsi; inoltre può aiutare a risolvere eventuali stati patologici. Essere in sintonia con il proprio programma genetico significa saper governare con saggezza il proprio corpo, nella consapevolezza dei propri elementi di forza e dei punti critici, orientata alla scelta di un modello alimentare e di uno stile di vita che assicuri il benessere e il raggiungimento dell’equilibrio biologico e dell’armonia totale di ciascuna persona.
Bruno Brigo è medico, specializzato in Medicina interna, Terapia fisica e Riabilitazione. Vive e lavora a Verona, dove pratica e insegna omeopatia, fitoterapia e oligoterapia. È autore di diversi testi e vicepresidente dell’IHMO (International Homeo-pathic Medical Organization); è docente CISDO (Centro Italiano Studi e Documentazione in Omeopatia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *