Recensioni di settembre 2015

donna-legge-su-pratoStefano Bocchi
 Zolle. Storie di tuberi, graminacee e terre coltivate
Ediz. Raffaello Cortina, 2015, pag.197, illustrato,
€ 19,00 – al socio € 16,15

Strutturato in sette diversi racconti, con uno stile che riesce a “tenere” sia la precisione della scrittura scientifica che la capacità narrativa, il libro descrive la lunga evoluzione del mondo agricolo dalle origini fino alla rivoluzione verde del Novecento e alle sue trasformazioni recenti. Il racconto è strutturato in modo cronologico e riesce a inquadrare con efficacia le problematiche principali del panorama agricolo contemporaneo, tra queste facendo emergere la contraddittorietà tra la dimensione reale dell’universo agricolo contemporaneo e la percezione culturalmente diffusa dello stesso, ancora legata a un immaginario tradizionale e ormai anacronistico. Oggi l’agricoltura è caratterizzata da un’esasperata specializzazione delle colture, da lavorazioni sempre più intensive, dall’introduzione su larga scala di fertilizzanti chimici, con il conseguente abbandono del sistema tradizionale della rotazione. In questo modo l’azienda agricola viene gestita come un qualunque processo industriale, all’interno del quale piante e animali diventano componenti la cui efficienza viene migliorata manipolandone i geni e controllando strettamente l’ambiente dove sono collocati. Facendosi forti dell’obiettivo della riduzione della fame nel mondo, anche in agricoltura il tasso di produttività è stato innalzato a unico parametro di valutazione davvero significativo. Difficile uscire oggi da questo tipo di ragionamento; ma si impone una riflessione che porti a individuare nuovi mezzi produttivi mettendo l’accento anche sulle aziende familiari, dalle quali dipende ancora oggi circa l’80% della produzione agricola alimentare su scala mondiale: ed è proprio su questa tematica che si chiude il libro di Bocchi., invitando anche a rispettare “le tradizioni e le colture locali”.Stefano Bocchi è docente di agronomia e coltivazioni erbacee presso l’Università degli studi di Milano; inoltre è curatore scientifico del Parco della biodiversità per Expo 2015.

Franz Schatzing
Limit 
ediz. TEA, 2011, collana I grandi della TEA, pag. 1370, € 14,90 – al socio € 12,66

In questo racconto ambientato sia nello spazio sia sulla Terra Schatzing -autore di avvincenti thriller fantascientifici- con una narrazione particolarmente coinvolgente affronta in una cornice fantastica i temi scottanti dello scontro ideologico tra Oriente e Occidente, e della lotta tra superpotenze per le risorse ambientali e per le fonti energetiche. Seguendo le vicende dei protagonisti, ambientate tra il 2 agosto 2024 e il maggio 2025, ci spostiamo alternatamente tra  l’Orley Space Station (OSS) orbitante nello spazio;  l’Isla de las Estrellas, nell’oceano Pacifico, dove il miliardario  Julian Orley è  alla ricerca di finanziamenti per il suo progetto più ambizioso: estrarre e trasportare sulla Terra l’elio-3, una fonte di energia pulita e pressoché illimitata che si ricava dalla polvere lunare;  Shanghai, Cina, dove da giorni Chén Hóng.ng non ha notizie di sua figlia Yoyo, chiedendo quindi al detective Owen Jericho d’indagare con la massima discrezione, per scoprire che quella che sembra una “semplice” scomparsa si rivela ben presto la prima tessera di un mosaico che si estende dall’Estremo Oriente agli Stati Uniti, dall’Europa fino al cuore segreto dell’Africa.

Kolu Siri
La mia estate con i Ruberson
ediz. Feltrinelli Kids, 2013, pag. 233, € 14,00 – al socio € 11.90 (Disponibile in eBook a € 9,99)

Quando i Ruberson rapinano le automobili, di solito arraffano solo dolci, giocattoli, riviste e cose del genere. Stavolta però il capobanda Karlo il Terribile, preso da un raptus, ruba anche una bambina di dieci anni. Così Vera si ritrova a passare l’estate con i figli dei banditi, Helen, Pietrodoro e Kalle, in un furgoncino trasformato in camper. Per la ragazzina, avvezza alla monotonia della sua famiglia, la vita insieme ai Ruberson è entusiasmante: ci si ferma a nuotare in un lago quando se ne ha voglia, si fanno enormi scorpacciate di caramelle, cioccolata e gelati, si fugge a tutta velocità dalla polizia (e dal padre di Vera), si gioca, si mangia e si dorme all’aperto. Per i Ruberson i soldi non sono altro che “cacchette di sorcio”; non li hanno mai usati e non sanno cosa farsene della cassa piena di banconote scovata in una casa disabitata. Ma durante la Fiera dei Ladri questo denaro scatena la cupidigia dei colleghi delinquenti; il parapiglia mette in allerta la polizia e comincia il grande inseguimento. Un’avventura piena di azione e risate, ma anche una storia di formazione che offre spunti per riflettere sulla giustizia, i legami famigliari, la scuola e le istituzioni.  ***Età di lettura: da 10 anni***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *