Solidale italiano, un nuovo marchio da CTM–Altromercato

SOLIDALE ITALIANO logoAnche quest’anno CFL ha aderito alla campagna nazionale “Equo per tutti” promossa dal Consorzio CTM–Altromercato e durante il periodo della campagna, dall’11 al 25 ottobre, è stato possibile acquistare i prodotti del commercio equo e solidale con il 20% di sconto sul prezzo di vendita. Nell’ambito di questa campagna, il 18 ottobre Altromercato ha lanciato il marchio “Solidale italiano” e nella nuova area soci della CFL sono stati presenti alcuni volontari di CTM Treviglio per offrire informazioni e piccole degustazioni realizzate con prodotti del commercio equo.

Cosa è e perché nasce il marchio “Solidale Italiano” Altromercato

A oltre 25 anni di distanza dalla nascita di CTM–Altromercato, “Solidale italiano” sancisce un passaggio chiave del processo di riflessione e revisione strategica in corso ormai da qualche anno.

È maturata la consapevolezza che è venuto il momento di guardare con maggiore attenzione alle crescenti difficolt dell’economia nazionale. In particolar modo è venuto il momento di guardare con occhio più attento alla crisi attraversata dai piccoli produttori agricoli, dagli artigiani, dai negozi di vicinato e delle tante produzioni locali socialmente ed ecologicamente responsabili presenti nel nostro Paese.

Seguendo il sentiero di questa riflessione, si è giunti alla fine alla scelta di un nuovo orientamento strategico, che prevede l’affiancamento alla tradizionale importazione di prodotti dal sud del mondo di un nuovo settore di attività commerciale, legato a quelle che in senso lato si possono chiamare le “produzioni dell’economia sociale” italiana. Altromercato in futuro avrà due gambe: Commercio equo (Fair Trade) e Commercio equo italiano (Domestic Fair Trade).

Per affrontare questa avventura, Altromercato ha scelto dei compagni di strada che sono tre fra le maggiori organizzazioni impegnate sul versante della produzione agricola e artigianale di piccola scala che si ispirano coerentemente a principi di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale. Sono Slow Food Italia, AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica) e il CGM Consorzio di cooperative sociali “Gino Matterelli”. La compartecipazione di questi tre importanti attori del panorama nazionale permetterà di tenere alto il profilo di “Solidale italiano” e di disporre di un bacino di produttori più significativo di quello disponibile.

I produttori attualmente sono:

Economia carceraria: Cooperativa sociale I Germogli, Cooperativa sociale Campo dei Miracoli, Cooperativa sociale L’Arcolaio, Cooperativa sociale Divieto di Sosta, Cooperativa sociale Pausa Cafè.

Produzioni agricole: Cooperativa sociale Pietra di Scarto, Cooperativa sociale Goel Bio*, Consorzio Libera Terra Mediterraneo*, Cooperativa agricola Gino Girolomoni, Cooperativa Agrinova (*Consorzi che raggruppano diverse realt produttive).

I prodotti in catalogo

Vino, birra, olive, pomodori pelati bio, passata di pomodoro bio, olio extravergine bio, semola di grano duro bio, pasta bio (integrale e non), arance, mandarini e limoni bio, cipolle di Tropea, taralli, mandorle, paste dolci di mandorla, frollini al burro e cacao, biscotti al mais. (Altri prodotti verranno inseriti a catalogo entro novembre 2014).

In CFL gi ci sono alcuni prodotti con il marchio “Solidale italiano” (olive, semola di grano duro bio, mandorle, vino) e si valuterà in futuro se inserirne altri.

“Solidale italiano” ha elaborato un manifesto che si può vedere con tutta una serie di informazioni specifiche nel sito www.solidaleitaliano.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *