Viaggio nelle cucine del mondo: Repubblica Ceca

gulashLa cucina ceca è l’espressione dell’arte culinaria sviluppata nella Repubblica Ceca ed è strettamente imparentata con quella della Germania meridionale e con quella austriaca.

Il microclima della regione ha permesso e permette di produrre una grande varietà di frutta, verdure, funghi, nonché cereali. La grande disponibilità di questi alimenti, unita ad un allevamento particolarmente fiorente, si riflette nella grande ricchezza culinaria.

Tra i piatti principali la fanno da padroni i piatti di carne, soprattutto di maiale e di agnello, mentre il pesce è meno usato. Il gusto dei piatti si distingue da quello tedesco per la maggiore presenza di sale e di aromi come l’aglio. Altri odori di uso comune sono il cumino, la maggiorana, il pimento (pepe giamaicano) che danno ai piatti un particolare gusto quasi orientale.
Il contorno quasi sempre abbinato ai piatti di carne con salse sono i tipici knedliky (gnocchi di pane, simili ai canederli trentini), mentre gli arrosti prediligono condimenti a base di puré di patate. Anche contorni a base di pasta sono abbastanza usati, prevalentemente tagliatelle o pasta di forma quadrata (fleky).

Le insalate sono perlopiù di patate: si va dalle più semplici, condite solo con acqua ed aceto (a volte anche un po’ zuccherata), a quelle più ricche, ossia le tipiche insalate di patate con maionese, uova sode, dadini di salumi, carote, cipolle e piselli. Una via di mezzo è quella condita con aceto, cipolle, pezzetti di mela e/o pancetta, ma le varianti regionali sono numerosissime.

I dolci sono molto vari. Tra gli ingredienti più usati spiccano i semi di papavero e la mousse di prugne (powidl), mentre in alcune parti del Paese crescono anche pesche ed albicocche, che puntualmente vengono impiegate come ingredienti in diversi altri piatti.

Riguardo al pesce, è da ricordare la famosa carpa ceca, esportata anche all’estero. I Cechi amano mangiarla solitamente alla vigilia di Natale, preferibilmente impanata.

Gulasch di manzo

Ingredienti
600 g di polpa di manzo
100 g di pancetta affumicata
4 grosse cipolle
2 cucchiai di paprika dolce
Sale q.b.
½ cucchiaino di cumino
2 cucchiai di farina
Maggiorana, aglio e peperoncino q.b.

Esecuzione
Tagliate la carne a cubetti. Tritate la cipolla e la pancetta e fate rosolare. Quando la cipolla sarà appassita, aggiungete la carne, spolverizzatela con la paprika e continuate a mescolare fino a quando i bocconcini saranno appena dorati. Aggiungete un bicchiere di acqua bollente, il sale, il cumino e stufate, a fuoco basso, fino a quando la carne sarà quasi tenera.

Aggiungete la farina e rigiratela aggiungendo ancora un po’ d’acqua bollente, lasciate cuocere ancora qualche minuto ed aggiungete un trito di aglio, maggiorana e peperoncino. Mescolate bene il tutto e fate cuocere ancora per qualche minuto.

Togliete i bocconcini di carne e teneteli al caldo, frullate il resto aggiungendo della panna, fino ad ottenere una salsa omogenea. Rimettete in pentola con i bocconcini e fate scaldare per qualche minuto.

Servite accompagnando il gulasch con patate lesse o, se preferite, del puré.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *