ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA

 Venerdì 13 maggio 2022 si è tenuta l’assemblea generale ordinaria della Cooperativa Famiglie Lavoratori per l’approvazione del bilancio dell’esercizio 2021, l’elezione del nuovo Consiglio di amministrazione, del Collegio dei sindaci e del Revisore dei conti. 

Presiede l’assemblea il presidente Angelo Jamoletti, che propone di incaricare il socio e presidente della commissione elettorale Andrea Pavesi ad espletare la funzione di segretario. Proposta accolta. 

Si entra nel vivo con l’intervento del presidente che ufficializza l’utile, ormai pubblicato sull’organo ufficiale di CFL, «Gente che coopera», che — se pur con un risultato inferiore alle aspettative, visto l’impegno profuso da tutti — è comunque un utile. Passa poi la parola alla dr.ssa Elena Rossoni, responsabile amministrativa, per l’illustrazione dettagliata del bilancio, che è comunque disponibile in versione cartacea presso la sede di viale Piave, 43. 

A seguito della richiesta di alcuni chiarimenti da parte dei partecipanti, circa la destinazione delle spese pubblicitarie, il presidente Jamoletti risponde che la spesa è aumentata a causa della campagna promozionale con i volantini effettuata durante il corso dell’esercizio. 

Si procede quindi alla votazione del bilancio che viene approvato all’unanimità per alzata di mano. 

L’assemblea, come da statuto, viene chiamata a decidere il numero dei componenti del nuovo CdA. Constatato che ci sono otto candidati, l’assemblea approva per alzata di mano la proposta di composizione del CdA di otto componenti. 

A questo punto vengono presentati i candidati nelle persone di: Dario Badoni, Maddalena Borella, Maria Teresa Facchetti, Mario Ferrandi, Giovanni Gatti, Angelo Jamoletti, Fausto Oggionni, Giuseppe Manenti. 

Sempre in base allo statuto si decide si attribuire al Collegio sindacale anche l’incarico di Revisore dei conti. Vengono presentati i candidati nelle persone di Elisa Monzani, Alessandro Redondi e Filippo Zucchelli come sindaci effettivi e Elio Colleoni e Francesco Possenti come sindaci supplenti. 

L’assemblea sceglie di eleggere il CdA per acclamazione, che si traduce in un applauso che vale anche di incoraggiamento e augurio. Il Collegio sindacale viene eletto per alzata di mano. 

La parte più interessante dell’assemblea è venuta dopo, quando il presidente ha esposto la situazione commerciale nella quale agisce CFL, la concorrenza, i contratti di fornitura del consorzio SAIT, nostra centrale di acquisto, la situazione economica che si è venuta a creare con il COVID e ora con la guerra in Ucraina. 

La discussione ha portato alla ribalta alcune proposte su cosa fare nel futuro. Le più interessanti sono state sicuramente le proposte di sviluppare ulteriormente la spesa a domicilio, sviluppare iniziative sociali con un maggior coinvolgimento dei soci, verificare la possibilità di coinvolgere i dipendenti nella gestione di CFL. 

Si è poi ricordato che quest’anno ricorre il 50° anniversario della nostra fondazione che sarà ricordata con festeggiamenti che verranno proposti. 

Alle 23:15 l’assemblea si chiude con un brindisi. 

Angelo Jamoletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.