QUALE FUTURO PER CFL?

Sembra ieri che eravamo sotto il sole al mare o su qualche panoramico sentiero di montagna, ma è bastato l’abbassamento della temperatura e l’inizio delle scuole  per farci capire che siamo ormai in autunno e di conseguenza dentro in pieno nella solita “normale” vita quotidiana.

Si torna perciò a programmare, per quanto possibile, il futuro prossimo con lo sguardo però anche al futuro più anteriore.

Cosa succederà nel futuro di CFL ? Sicuramente di tutto e di più.  Ultimamente ci siamo abituati a non farci mancare niente. Sistemata la palazzina, subito a sistemare il negozio, subito a migliorare la proposta di nuovi prodotti ai soci e clienti, subito a pensare all’acqua in bottiglia di vetro, ma soprattutto a organizzarci per contrastare la concorrenza che sembra abbia scambiato Treviglio per una città di abbuffoni che non fanno altro che mangiare e bere.

L’anno scorso “EUROSPIN” “PIACERE TERRA” “ACQUA E SAPONE” senza contare quelli che ci riguardano solo di riflesso;  a febbraio a 200 mt in linea d’aria “LEDER PRICE” e ciliegina sulla torta, prima di Natale aprirà “ALDI” alla ex Baslini ma soprattutto un’altra “COOP” proprio davanti, all’ex foro boario.

All’ultima assemblea dei soci di maggio ne abbiamo parlato, e dal dibattito è uscito che sicuramente non dobbiamo spaventarci ma continuare a tenere sempre all’avanguardia il nostro punto vendita, puntando sempre sulla diversificazione e sulla qualità dei nostri prodotti e  con lo sguardo rivolto avanti per verificare la possibilità di ampliamento della nostra attività commerciale con l’apertura di altri negozi.

Premesso che ormai anche la grande distribuzione, COOP in testa, con il suo presidente Parodi, stanno dichiarando  sia verbalmente nelle assemblee che sulla stampa che “ è ora di smetterla con i centri commerciali sulle tangenziali, bisogna tornare ai negozi di dimensione modeste ( 500 – 800 mq ) nelle  citta e nei paesi”, Noi che di questa teoria ne siamo sempre stati i promotori e siamo tuttora convinti che è la strada da percorrere ,  perciò dobbiamo tenere gli occhi aperti  per vedere come si muove il mercato dei negozi, e,  soprattutto le cooperative di consumo come Noi che sono sopravvissute alla strage degli ultimi anni, devono occupare gli spazi che fra un po’ potrebbero liberarsi e  far gola ai vari Coop e Conad. 

Noi CFL non abbiamo dormito sugli allori, ma abbiamo tessuto una serie di contatti con cooperative di consumo o anche negozi di privati, che per vari motivi  hanno intenzione  di chiudere, per valutare la possibilità di subentrare, non solo per occupare il posto, ma per ampliare la base commerciale, ma soprattutto per continuare a fare il mestiere che ci riesce meglio: essere un punto vendita di prossimità che garantisce la sopravvivenza commerciale ai piccoli centri, a vantaggio della popolazione anziana o che vuole avere a disposizione un negozio che gli fornisca prodotti locali, prodotti di stagione, prodotti freschi e garantiti senza dover prendere la macchina.

Sono sempre più convinto che questa è la strada da percorre, ma serve il coinvolgimento di tutti: Il CDA che deve fare scelte ponderate, i dipendenti devono favorire lo sviluppo delle scelte fatte dal CDA, ma soprattutto i soci,  devono continuare a credere nella LORO CFL continuando a fare la spesa in quello che io considero il negozio alimentare più bello del mondo, ma anche i cittadini non soci possono dare una mano, perché se i paesi e i centri storici sopravvivono, alla fine conviene anche a loro.

Un pensiero su “QUALE FUTURO PER CFL?

  1. In questi mesi, complici dei buoni acquisto non spendibili in CFL concessimi dalla mia azienda, ho sperimentato altri supermercati. Ad essere sincero, da nessuna parte ho trovato la qualità che c’è in CFL. E a prezzi giusti. Inoltre quando entro in CFL so che troverò tutto ciò che mi serve. Acqua e sapone e altri posti simili non possono fare ciò. Dato che non ho tempo e voglia di fare il giro di tutti i supermercati del circondario alla ricerca dle prezzo migliore, CFL continuerà ad essere il mio supermercato di riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.