NATALE IN FAMIGLIA SENZA TROPPI SCHERMI: STIAMO INSIEME ❤

Ancora poche settimane al Natale, una grande festa ma anche un momento di pausa per bimbe e bimbe rispetto ai ritmi scanditi dalla scuola. Un momento per passare del tempo di qualità in famiglia.
In un mondo in cui siamo costantemente inondati di tecnologia, come limitare il tempo che i bambini trascorrono davanti agli schermi? Ecco alcune strategie ispirate al metodo Montessori.

Che si tratti di smartphone, di computer, di tablet o di TV non fa differenza: spesso i bambini di oggi trascorrono troppo tempo davanti agli schermi. Come possiamo ovviare a questo problema?

Occorre trovare il giusto equilibrio fra tutte le attività quotidiane, dedicandosi ad esempio all’esercizio fisico, alla vita all’aria aperta o a giochi che stimolino il movimento, così da scongiurare il pericolo di uno stile di vita sedentario.

E’ fondamentale il modo in cui i genitori stabiliscono le regole sul tempo da passare davanti allo schermo digitale e l’esempio: è ipocrita limitare l’uso dei device elettronici ai bambini se poi siamo i primi a passare le giornate con lo smartphone in mano o la tv accesa.

1. Attività fisica fuori o in casa

Secondo il metodo Montessori la libertà di movimento è fondamentale fin dalla nascita. I più piccini possono trascorrendo del tempo sul pavimento, liberi di muoversi nello spazio, di rotolare, gattonare: è un’attività fisica di cui hanno bisogno.

Per i più grandi è consigliabile trascorrere il tempo libero all’aria aperta, facendo attività fisica e sport. Basta coprirsi bene, indossare abiti da sporcare senza remore e uscire a scoprire la città o il parco d’inverno. Passeggiare nel bosco, fare delle creazioni con gli elementi della natura, costruire  un terrarium, dipingere con i ramoscelli, arrampicarsi sugli alberi…le possibilità sono moltissime!

È anche possibile fare del movimento giocando in casa, utilizzando giochi a distanza, una tipologia di gioco molto diffusa nelle scuole montessoriane.

Ad esempio, se il bambino vuole fare un puzzle, prova a mettere i pezzi nella sua stanza e lasciane alcuni nel soggiorno. I bambini dovranno andare avanti e indietro ogni volta per ottenere un pezzo. Questo non è solo utile per mantenerli attivi, ma allena anche il loro cervello a ricordare quale pezzo stavano cercando.

2. Incoraggia il gioco indipendente

Uno dei motivi più comuni per cui i genitori vorrebbero limitare il tempo davanti agli schermi, è quello di ottenere alcuni preziosi minuti di tempo per se stessi.

Come fare? Incoraggia tuo figlio a imparare a giocare da solo. Se il bambino non è abituato, all’inizio protesterà: il cambiamento è difficile. Inizialmente prova a farlo giocare da solo per 10 minuti mentre sei nella stessa stanza, e aumenta gradualmente il tempo. A poco a poco diventerà più sicuro di sé e più a suo agio.

3. Giocate insieme

Al contempo, però assicurati di avere un po’ di tempo da trascorrere con il tuo bambino, in cui gli dedichi tutta la tua attenzione in modo tale che non si senta messo da parte. Mostragli come giocare, oppure siediti a disegnare con lui e poi a poco a poco staccati per dedicarti ad altre attività: i bambini a volte hanno solo bisogno di una piccola spinta per iniziare.

Se dobbiamo pulire casa, riordinare o cucinare proviamo a coinvolgere bimbe e bimbi in queste attività: all’inizio potrà sembrare più complicato ma i loro sorrisi e il loro orgoglio nell’aver contribuito al menage domestico ci ripagheranno di ogni sforzo! Cucinare con i bambini è un’attività estremamente importante perché il divertimento che provano nel pasticciare e nello sperimentare, è per loro un’ottima occasione di stimolo e crescita e per noi adulti rappresenta la possibilità di ritrovare l’entusiasmo nella routine insieme. loro.

4. Imposta una routine

Prova a creare una routine in modo che tuo figlio sappia quando arriva il suo momento della giornata di stare davanti allo schermo. Nelle scuole montessoriane, i bambini hanno una grande libertà, ma tutto si svolge secondo schemi abituali.

I bambini arrivano a scuola, hanno un lasso di tempo di lavoro e gioco indipendente, un altro momento per lavori di gruppo, ricreazione e il pranzo. Poiché i bambini sanno che la ricreazione è ogni giorno alla stessa ora, non passano le ore del mattino chiedendo di andare in giardino a giocare. Tutto è programmato in maniera precisa e chiara.

Anche a casa puoi usare questo metodo. Per esempio puoi decidere che il momento del cartone animato è dalle 18:00 alle 19,:00 prima della cena oppure che il venerdì è la serata dedicata a vedere un film con la famiglia. Comunica la regola e mantienila senza cedere a capricci e tentativi di negoziazione. All’inizio si lamenterà, ma poi la regola diventerà la nuova routine e creerà calma e chiarezza.

5. Crea un ambiente adatto

Gli educatori che seguono il metodo Montessori considerano il processo di apprendimento come una relazione con tre fattori fondamentali: bambino, insegnante e ambiente scolastico.

L’ambiente, in questo caso la tua casa, deve essere impostato per venire incontro alle esigenze di gioco del bambino. E’ importante avere giocattoli adatti o inventare attività stimolanti per i bambini: se l’ambiente domestico è impostato per soddisfare gli interessi e le esigenze del bambino, quest’ultimo non sarà alla ricerca di un altro stimolo.

Se hai uno spazio all’aperto, fai in modo che per i bambini ci siano dei modi di giocare ad esempio arrampicandosi, lanciando o trasportando oggetti.

Se vengono offerti questi stimoli, il bambino sarà spinto ad amare i giochi all’aperto, e smetterà così di chiedere di passare il tempo davanti allo schermo.

E ricorda che la cosa più bella per bimbe e bimbi è passare del tempo con chi li ama e in cui l’attenzione sia genuinamente rivolta a loro, senza che gli adulti continuino a guardare il proprio telefonino! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.