Vivi con stile

infinito-benessere

Sono iniziati gli incontri del ciclo “Infinito benessere”, voluto ed organizzato da molte associazioni trevigliesi per sensibilizzare la cittadinanza sui vari temi di cui si occupano.

Il primo incontro, organizzato dal Circolo Bassa Bergamasca di Legambiente, ha riguardato gli stili di vita. “Vivi con stile” infatti è stato il titolo dell’incontro. E “Vivi con stile” è anche il titolo del libro che Andrea Poggio ha scritto e di un sito web dove Legambiente racconta di caloriferi e condizionatori, elettrodomestici, detersivi, tempo libero… In pratica più di 160 consigli pratici per una vita a basso impatto ambientale. Perché anche il risparmio è questione di stile.

Soprattutto se in ballo c’è l’energia. L’energia che consumiamo incide (e sar sempre più così) sul nostro conto in banca, oltre che sull’ambiente. Nell’incontro, intervallato dalle pause musicali di Valerio Baggio, Andrea Poggio (vicedirettore generale di Legambiente) ha discusso di come rendere più sostenibili, per noi e per il mondo, le nostre scelte quotidiane ed ha affrontato cinque argomenti distinti: clima in casa; abitare la casa; elettrodomestici; mobilità; tempo libero.

Clima in casa Dopo frigoriferi e lavatrici, è stato chiarito che anche le nostre case devono dichiarare quanto consumano. Oggi, chi vende o affitta un appartamento deve dotarlo dell’attestato di certificazione energetica. E in aggiunta è arrivata la suggestione della casa passiva: super isolamento, protezioni solari e impianti che consumano meno di un ferro da stiro, sono queste alcune delle caratteristiche della casa passiva, lo standard che l’Unione Europea sta proponendo per tutte le nuove costruzioni a partire dal 2021. E poi il tema delle fonti energetiche rinnovabili: da millenni si sa che il sole è una fonte di riscaldamento gratuita e disponibile ovunque, ma solo di recente con i collettori solari si è stati in grado di utilizzarla per scaldare in modo efficiente l’acqua e per riscaldare gli ambienti.

Abitare la casa: Regina del capitolo, l’acqua. Con 188 litri a testa ogni anno, siamo i primi consumatori in Europa di acque minerali. Eppure, quella che esce dai nostri rubinetti è acqua buona e sicura, costa molto meno di quella in bottiglia, non produce rifiuti e arriva comodamente a casa. A berla, c’è solo da guadagnare. E poi è regolarmente controllata.

Ed a seguire il cibo e l’etichetta L’etichetta è la “carta d’identità” dei cibi ed è il più grande strumento di difesa nelle mani dei consumatori. Ma quanti di noi si ricordano di controllarla al momento dell’acquisto di un alimento? Sono state chiarite le informazioni fondamentali che per legge deve contenere, quelle utili per riconoscere la qualit di un prodotto e i piccoli trucchi che con un po’ di pratica possiamo smascherare.

Elettrodomestici RAEE è un acronimo che sta per Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, ovvero la prima tipologia di rifiuti in crescita nella societ odierna. Tanti e soprattutto pericolosi. È stato chiarito cosa sapere e come comportarsi per fare in modo che vengano opportunamente trattati e riciclati. Spesso è più semplice e comodo di quanto si possa immaginare. E poi l’etichetta energetica, come leggerla? Ci sono elettrodomestici che ci faranno spendere di più nell’arco della loro vita che al momento dell’acquisto. Altri il cui costo iniziale è ampiamente compensato grazie al risparmio che si ottiene durante il loro utilizzo. L’etichetta energetica ci aiuta a riconoscerli.

Mobilità L’auto prima di tutto. Ci sono utilitarie dai consumi molto bassi e auto sportive che sembrano da petrolieri. Se proprio alla macchina non possiamo rinunciare, dovremmo almeno scegliere auto con consumi ridotti. Quindi sono stati chiariti alcuni criteri da tenere d’occhio prima dell’acquisto, per spendere e inquinare meno. E poi il car sharing. Il car sharing è un servizio di noleggio a breve termine che permette di usare un’auto per il tempo necessario, pagando solo per il reale utilizzo. Permette di utilizzare l’auto come fosse la tua, senza le spese e i fastidi di un’auto di proprietà. E qualche chiarimento sulla bicicletta: con la giusta attrezzatura e le dovute precauzioni la bicicletta può diventare un mezzo di trasporto adatto a tutte le occasioni. Sono stati messi in evidenza gli accessori indispensabili, gli aspetti relativi alla sicurezza stradale, come viaggiare sul treno con bici al seguito, e come usare il bike sharing non solo per turismo.

Tempo libero In vacanza vogliamo sentirci liberi, senza vincoli, leggeri. Eppure continuiamo a portarci dietro una tonnellata e mezzo di automobile. Liberarsene, se non l’abbiamo mai fatto, è un’impresa che va preparata. Quindi si è parlato di come organizzarsi quando si viaggia con la famiglia, e dei mezzi di trasporto più ecologici e convenienti. E poi le scelte. Qualit dell’accoglienza, tutela del paesaggio, valorizzazione delle risorse locali. Chi sceglie una struttura con queste caratteristiche sa che ad attenderlo ci sar una vacanza nel segno del comfort, della salute e del relax. Ed è stato evidenziato che esistono marchi di qualit ambientale che ci aiutano in tal senso.

Ci siamo limitati a brevi accenni. Chi volesse saperne di più, consulti www.viviconstile.org e l’esauriente parte dedicata ai consigli, continuamente aggiornata.

[Legambiente Bassa Bergamasca]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.