RECENSIONI DI DICEMBRE


Nazanine Hozar
ARIA 
Einaudi, 2021, collana “Supercoralli”, pag. 472 € 23,00 Disponibile in formato ePub a € 10,99 

 

  

L’autrice, iraniana, ci racconta una saga familiare ambientata in Iran, che ha inizio nel 1953, anno del colpo di Stato contro il premier Mossadeq, responsabile della nazionalizzazione del petrolio; le vicende successive vedranno la Rivoluzione bianca e le riforme dello Scià, tra cui il suffragio universale e la distribuzione delle terre ai contadini; terminando il racconto nel 1981 con le purghe degli oppositori della Repubblica Islamica. La protagonista del romanzo è Aria, da piccola abbandonata dalla madre in un vicolo di Teheran nord, sotto un albero di gelso; così l’ha trovata, tra la neve e i rifiuti, Behruz, un umile autista dell’esercito, che — pur non possedendo molto — non esita a prenderla con sé.

È lui che la chiamerà Aria, facendola crescere e offrendole una famiglia: «Se tu canti un’aria, il mondo saprà tutto di te. Conoscerà i tuoi sogni e i tuoi segreti. I tuoi dolori e i tuoi amori», sussurra dolcemente Behruz alla bambina che tiene fra le braccia; l’uomo verrà però ostacolato dalla diffidenza della moglie Zahra, che vede negli occhi azzurri della piccola un simbolo del diavolo, pensando che non porterà nulla di buono, e facendole per questo subire maltrattamenti e umiliazioni. Per questo successivamente la bambina verrà affidata dal padre adottivo a una ricca signora appartenente all’alta borghesia iraniana, che l’accoglie con generosità.

Vediamo Aria crescere, studiare e stringere amicizie, incontrare l’amore diventando una donna forte e determinata, mentre il suo Paese cambia radicalmente: da prospero e cosmopolita, l’Iran si chiude progressivamente e inesorabilmente, diventando teatro di conflitti sociali e religiosi. Le vicende personali della protagonista si intrecciano così con quelle di un Paese dalle mille sfaccettature, di antica cultura e fortemente multireligioso, dove i musulmani vivono a fianco a fianco e pacificamente con ebrei, cristiani, armeni, bahá’í: questo è l’Iran ancora oggi. 

Nazanine Hozar è nata a Teheran nel 1978; da bambina si è trasferita in Canada con la sua famiglia. 

Aria è il suo primo romanzo, ed è stato finalista in diversi premi letterari.

 



Marco Pizzuti
PANDEMIE NON AUTORIZZATE – I retroscena di un evento globale che ha trasformato radicalmente lo scenario internazionale e la vita di tutti noi 

Il Punto di incontro, 2021, pag. 652 € 18,90 Disponibile in formato ePub a € 9,99 

  

Marco Pizzuti, romano, laureato in giurisprudenza, è scrittore, conferenziere e ricercatore scientifico. Ha lavorato presso le più prestigiose istituzioni dello Stato (Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Consiglio di Stato). Si occupa anche di controinformazione e di divulgazione scientifica, affrontando in questo volume la questione del nuovo virus COVID–19, che ha cominciato a circolare nel 2019 portando l’OMS a dichiarare lo stato di pandemia a livello globale. 

L’autore espone i fatti in ordine cronologico, mettendo in luce alcuni eventi che hanno suscitato dubbi e sospetti difficili da liquidare come semplici coincidenze: tra questi, per esempio, la predizione risalente al 2015 con cui Bill Gates aveva annunciato che il mondo avrebbe dovuto affrontare una nuova pandemia dalla quale si sarebbe salvato solo grazie ai vaccini. Con lo stile dell’indagine giornalistica accurata, Pizzuti ci fornisce in questo modo una ricostruzione degli eventi appena trascorsi completamente diversa da quella diffusa dai mezzi di comunicazione di massa, mettendo principalmente in luce il ruolo e gli enormi profitti delle case farmaceutiche. 

L’autore collabora con il Museo dell’Energia; durante il TED di Bologna del 2011 ha stabilito il nuovo record mondiale nella trasmissione di corrente elettrica senza fili, direttamente in forma di corrente alternata, senza l’impiego del sistema WiTriCity, applicando esclusivamente la tecnologia Tesla di fine Ottocento. Ha collaborato con la trasmissione “Mistero” e “Mistero Adventure” di Italia Uno, presentando alcuni degli esperimenti scientifici più controversi (reazioni nucleari a debole energia, effetto Biefeld–Brown, e altri). È autore di numerosi saggi, e ha contribuito alla realizzazione di documentari di produzione spagnola. 



Silverio Pisu (a cura di)
FIABE SONORE A MILLE CE N’È… Le storie più belle da leggere e ascoltare 

Fabbri editore, collana “Album illustrati”, vol. 1 ediz. 2012, vol. 2 ediz. 2013, pag. 246 ognuno, edizione illustrata con copertina rigida, ogni volume corredato da due CD audio € 24,00 ognuno 

Risuonano le note di «A mille ce n’è… nel mio cuore di fiabe da narrar… da narrar…»: “allora” non c’erano i CD, ma piccoli dischi neri in vinile a 45 giri, che adesso non esistono più. Eccoci tornare di colpo all’infanzia, noi adulti di “quegli anni”: erano gli anni Sessanta, un periodo che sembra lontanissimo, ma quella prima pubblicazione delle Fiabe sonore, realizzata con i migliori sceneggiatori e attori del tempo, resta tuttora un classico intramontabile. 

Questa nuova edizione (di cui vi proponiamo tutti e due i volumi) propone le storie più amate nella registrazione originale, con dialoghi, rumori del bosco e degli animali, melodie e canzoni, con un libro corredato da due CD (per ognuno dei due volumi) accompagnati da meravigliose illustrazioni d’epoca: per entrare in questo mondo fatato, come dice il cantafiabe, “basta un po’ di fantasia e di bontà”. 

Una raccolta che può essere un’idea regalo per far felici i più piccoli e far tornare bambini i più grandi. 

Età di lettura: da 4 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.