Recensioni di febbraio 2015

Michel Houellebecq
SOTTOMISSIONE

Bompiani, 2015, collana “Narratori stranieri”, pag. 252 
€ 17,50 (al socio € 14,87) disponibile in eBook a € 9,99

Ambientato a Parigi in un prossimo futuro, la vicenda ha come sfondo una Francia dominata da un partito che vuole instaurare la legge coranica. Il protagonista, François, è uno studioso di Huysmans; docente universitario dalla vita diligente e tranquilla, senza entusiasmo né per il lavoro né per la realtà che lo circonda, a parte le brevi avventure con alcune studentesse. Improvvisamente però il mondo intorno a lui si stravolge: durante la campagna elettorale per le presidenziali entrano in gioco nuove forze che faranno crollare come in un incubo quello che lui ritiene essere un sistema consolidato, facendolo entrare in crisi, in parallelo con la crisi esistenziale del protagonista. Attraverso le vicende narrate, non così lontane dalla realtà attuale come sembrerebbe, il libro ci parla delle contraddizioni e della crisi delle democrazie occidentali, della perdita dei valori tradizionali da parte della società europea, ma anche della tolleranza, dei fondamentalismi religiosi e del laicismo.

Sabina Albonetti, Maria Monica Ratti, Lucio Sarno
DENTRO L’ADOLESCENZA
Lo psicologo clinico nel contesto scolastico

FrancoAngeli, 2015, collana “Adolescenza, educazione e affetti”, pag. 189
€ 24,00 (al socio € 20,40) disponibile in eBook a € 17,00

Pubblicato all’interno di una collana che “si offre come strumento di lavoro e di aggiornamento per tutti coloro che presidiano l’area della crescita adolescenziale”, con l’intento di “documentare ciò che di nuovo si va realizzando all’interno della scuola, della famiglie e dei servizi sulle problematiche educative con i “nuovi” adolescenti”, il volume raccoglie una serie di interventi di psicologi, psichiatri e psicoterapeuti che si trovano a doversi confrontare con un mondo, quale è quello degli adolescenti, che nasconde al suo interno forme anche complesse di sofferenza e di di­sagio, non sempre facilmente riconoscibili. Proprio per questo, rivolgendosi agli operatori di settore, a studenti, insegnanti e genitori, a fronte di una prima parte dedicata allo studio di casi e all’analisi di disturbi e comportamenti a rischio (primi fra tutti i disturbi alimentari) relativi ad adolescenti, il volume vuole offrirsi come strumento di supporto per un modello di intervento sul gruppo, applicabile sia nella scuola sia nei contesti che richiedano un intervento sul gruppo di adolescenti, come le comunità, gli ospedali o altri settori formativi. Nella seconda parte vengono quindi indicati metodi e strumenti di lavoro per riconoscere le patologie psichiche dell’adolescenza e illustrati materiali e metodi di intervento con il gruppo di adolescenti nella scuola (con la proposta di una serie di tecniche e giochi funzionali alla costruzione di relazioni positive). Il libro sarà presentato il 7 febbraio 2015 alle 8:30 a Romano di Lombardia presso l’Auditorium dell’ISS Rubini, in via Belvedere, con il convegno “Nuovi adolescenti. Famiglie e scuola: criticità emergenti, risorse d’intervento e prevenzione”, che vedrà come relatori le autrici, psicologhe e psicoterapeute Sabina Albonetti, Caterina Laini, Irene Marcassoli, Maria Monica Ratti, Eleonora Sasso, lo psicologo e psicoterapeuta Lucio Sarno (direttore dell’Istituto di psicologia clinica del San Raffaele) e l’avvocato esperto in diritto di famiglia e minorile Laura Rossoni. Il convegno è rivolto a scuole, adolescenti, genitori, insegnanti e operatori di settore, per un confronto sulle tematiche trattate.

Anne Fine
QUELL’ARPIA DI MIA SORELLA

Salani editore, 2012, pag. 158
€ 9,00 (al socio € 7,65) disponibile in eBook a € 5,99

Come dice la copertina, “Se l’adolescenza è una guerra… si salvi chi può!”. Dentro una famiglia come tante, due genitori e tre figli: la piccola Muffy, Estelle, in piena crisi adolescenziale, e Will, ovvero il punto di vista della situazione. È con i suoi occhi infatti che viene raccontata la storia; sua la definizione di Estelle: “Il guaio è che mia sorella ha perso il senso dell’umorismo. Una volta io e lei ce la spassavamo. Ma dal giorno in cui le ho regalato la spilla con la scritta “Adolescenti terribili” e lei l’ha staccata dal supporto di cartone e me l’ha conficcata nella carne, posso dire che non è più la stessa”. Cosa diranno i vicini delle vicende paradossali che attraversa la famiglia? Sempre con le parole di Will: “La mamma dice che se hanno avuto una figlia adolescente capiranno al volo, in caso contrario è inutile provare a spiegarglielo”. Lettura indicata dagli 11 ai 14 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *