RECENSIONI DI SETTEMBRE

Simona Baldelli
ALFONSINA E LA STRADA 
Sellerio, 2021, collana “Il contesto”, pag. 311 € 17,00 (al socio € 16,15) disponibile in formato ePub a € 10,99 

Nel 1924 il Giro d’Italia rischiava di non partire: gli organizzatori non erano in grado di far fronte alle richieste economiche delle squadre, che risposero con una diserzione di massa; gli atleti dovevano iscriversi a titolo personale e la corsa avrebbe rischiato di passare inosservata, con grave danno per gli sponsor. Occorreva qualcosa di eclatante: si decise perciò di accogliere la richiesta di iscrizione di una donna che insisteva da tempo per partecipare: Alfonsina Strada, 33 anni, che aveva già affrontato due Giri di Lombardia. 

Il tracciato della competizione attraversava la penisola per oltre 3000 km; gli iscritti furono 108, al via se ne presentarono 90 (solo in 30 terminarono la gara), e fra questi c’era Alfonsina — osteggiata, dileggiata dal pubblico, insultata, rifiutata inizialmente dalla maggioranza dei compagni di gara, e infine accettata come pari, in un periodo storico in cui in Italia alle donne non era permesso fare sport: era considerato disdicevole, contrario alla morale e all’ordine “naturale” delle cose. 

Il romanzo ci racconta la storia di una vita e di una grande passione, quella di Alfonsina per la bicicletta, dai tempi duri dell’infanzia in una famiglia dove regnavano la miseria e la fame, a Fossamarcia nei pressi di Bologna dove nacque nel 1891, fino al 13 settembre del 1959, giorno della sua morte; i due matrimoni, il primo avvenuto a 14 anni — unico modo per sfuggire da una famiglia oppressiva che le impediva di gareggiare, — con un giovanissimo marito, Luigi Strada, di professione meccanico, un uomo dalla psicologia molto fragile ma che le offrì un amore sincero, e la sostenne sempre facendo il tifo per lei — e Alfonsina ne mantenne per sempre il cognome. 

La storia personale di Alfonsina si intreccia con quella con la S maiuscola — la caduta della famiglia Romanov in Russia, le due guerre mondiali, la marcia su Roma, l’avvento del fascismo. A dispetto di tutto e tutti, ci sono le onorificenze ricevute: la medaglia che le venne appuntata sul petto dalla zarina Alessandra al cospetto dello zar, in Russia; la stella d’oro regalatale da d’Annunzio; l’onorificenza assegnatale da Mussolini ma che Alfonsina non ritirò mai; il premio in denaro ricevuto dal re Vittorio Emanuele III; i numerosi riconoscimenti internazionali. Dalla sua aveva caparbietà, tenacia, un’incredibile forza di volontà, la voglia di dimostrare a se stessa e agli altri che anche una donna può valere qualcosa, sempre “contro”: contro le proibizioni, gli ostacoli, le maldicenze, la denigrazione, la svalutazione continua delle qualità dimostrate — semplicemente perché donna. 

 



Francesca Biffi
LA DISPENSA DEL GIORNO DOPO – Consigli e ricette antispreco dell’Alta Lombardia 
Centoarchi edizioni, 2021, pag. 120 € 12,50 (al socio € 11,90) 

  

Il libro raccoglie storie e ricette dell’Alta Lombardia e delle terre lariane, ricordandoci che un tempo, all’interno di un’economia rurale prevalentemente basata sull’autoconsumo, ottimizzare i consumi era soprattutto una necessità legata alla sopravvivenza. 

Nella società di oggi riuscire a cucinare senza sprechi, anche riutilizzando gli avanzi, può diventare un principio etico: ecco quindi la riscoperta e la riproposta di piatti di gusto e valore — che vanno dalle ricette degli antichi monasteri ai Capitulari degli orti delle cascine di Carlo Magno, passando attraverso le ricette del Maestro Martino da Como e arrivando fino al presente, con le ricette contadine che Giulia Di Scanno ed Ettore Toso preparano nei loro agriturismi — che vengono valorizzate e si vanno affermando nell’attuale panorama gastronomico, facendoci riscoprire e tramandare i sapori di una cucina mai dimenticata. 

Francesca Biffi, leader locale delle donne di Coldiretti, è una giovane imprenditrice agricola con la passione della terra e della cultura: nella sua azienda di Galbiate si divide tra la produzione di formaggi e salumi tipici, dagli stracchini, alle mortadelle di fegato, ai cotechini fatti ancora secondo la tradizione alto–brianzola. 

Gianluca Vialli
GOALS 98 storie + 1 per affrontare le sfide più difficili 
Mondadori, 2018, Collana Oscar bestsellers open, pag. 368 € 12,00 (al socio € 11,40) Disponibile in formato ePub a € 7,99 

Gianluca Vialli lo conoscono tutti e lo hanno visto tutti, anche se di solito “gioca” defilato; è stato campione di Juventus e Sampdoria e poi allenatore di Chelsea e Watford; è il capo delegazione dell’Italia, e quando scende dal pullman sorride a tutti gli steward. Vialli resta defilato anche in panchina, alle spalle del suo amico commissario, Roberto Mancini; se lo cerchi con gli occhi, ti accorgerai che appena può applaude felice. 

Nel libro Vialli ha raccontato anche la sua sfida contro il cancro, raccogliendo e raccontando 99 quotes e 99 storie sportive (l’ultima è autobiografica) che lo hanno ispirato e ancora lo ispirano nella vita quotidiana. Ogni quote diventa uno strumento di meditazione e motivazione ed è collegato a ogni storia: per questo motivo “Goals” va tradotto con “obiettivi” e non semplicemente con il suo significato esclusivamente sportivo — da leggere con la speranza nel cuore. 

Giuliana Facchini
UN’ESTATE DA CANI 
Notes edizioni, 2017, collana “Schegge”, pag. 128 € 11,00 (al socio € 10,45) 

È estate e un incrocio di storie e situazioni si accavalla nelle pagine del libro: c’è Oscar, che si ostina a non voler parlare di sé, a non raccontare cosa lo tormenta e perché va in giro a suonare per strada; c’è la storia di un canile lager e di un cane gettato nel fiume; c’è Ginevra che di cani non sa nulla né prova per loro particolare simpatia, ma si trova davanti a un evidente caso di maltrattamento di animali; ci sono i nonni di Ginevra, che adorano i libri gialli.

Anche di Oscar Ginevra non sa nulla, lo incontra per caso e non riesce a toglierselo dalla testa: a sedici anni come può vivere per strada suonando la chitarra? E perché poi? In primo piano ci sono due ragazzi che si battono per le proprie idee, facendo emergere il loro rapporto con gli adulti e i loro sogni per il futuro. 

Lettura indicata a partire da 10 anni *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.