Il mondo della cooperazione in lutto per Fausto

Fausto Ferrari, l’uomo della cooperazione

Nobile figura, ha operato intensamente e a lungo nella Cooperativa Famiglie Lavoratori, dando il meglio di sé, da presidente, da direttore sociale e da presidente onorario, con costante attenzione.

Profondo cordoglio ha suscitato in città e nei territori interessati alla Cooperativa Famiglie Lavoratori la triste notizia della morte di Fausto Ferrari, deceduto lunedì sera all’età di 76 anni presso la palazzina Hospice della Casa Albergo dove era ricoverato da una ventina di giorni. Fausto Ferrari è vivo nella memoria di tutti i trevigliesi come un personaggio assolutamente straordinario, per non dire unico, nel settore operativo della cooperazione, nella quale aveva creduto fermamente e per la quale, insieme alla compianta moglie sig.ra Maria Rivoltella, si era veramente donato.
La sua morte suscita tristezza in tutti coloro che non solo l’avevano conosciuto, stimato e apprezzato, ma anche nelle migliaia di clienti della Cooperativa dove egli ‘serviva’ con lo spirito disinteressato di chi aveva in mente il valore importante della cooperazione e della partecipazione dei soci.
L’elemento partecipativo era stato, si può dire, il punto di riferimento fondamentale del suo agire nella realtà cooperativa, da prima chiamata Commissionaria, poi divenuta Cooperativa. Era stato sempre attivo nella Cooperativa stessa, fin dai tempi in cui operava presso l’allora ex-Distretto Militare prima di trovare la sede definitiva attualmente in viale Piave. Animatore dell’iniziativa fondata con altri anni addietro, Fausto Ferrari aveva trovato in essa il senso del suo impegno sociale che aveva manifestato fin da giovane, ad Arcene, nel paese nativo, dove era stato attivo sia nelle Acli sia nell’allora Democrazia Cristiana. Sposatosi con la sig.ra Maria Rivoltella, trasferitosi a Treviglio, era stato dapprima membro del Cda poi presidente della Cooperativa stessa, Ma era un ‘presidente sui generis’, nel senso che operava attentamente e personalmente nella realtà cooperativa, non solo a livello di responsabilità ma anche in quello del lavoro costante presso la Cooperativa, lui e la moglie, anch’essa molto determinata sulla stessa linea del marito. Divenne poi direttore sociale, quindi presidente onorario.
Ha operato intensamente fino all’ultimo giorno possibile quando, colpito da grave malattia, ha dovuto per forza abbandonare l’impegno nel quale credeva intensamente e nel quale aveva dato a livello volontaristico il meglio di sé. Figura nobile in questo settore, Fausto Ferrari lascia il ricordo di una persona che ha vissuto veramente per gli altri, nel senso dell’impegno costante diretto a coinvolgere, a far partecipare, a controllare, nell’ambito della Cooperativa, la qualità dei prodotti messi in vendita e far si che i soci si sentissero veramente compartecipi della realtà. Era stato anche insignito nel Premio Madonna delle Lacrime, a pieno riconoscimento di un’attività davvero eccezionale donata alla città di Treviglio con tanto spirito di evangelica apertura. Cristiano convinto, Fausto Ferrari ha testimoniato come si possa veramente operare per il prossimo, in un settore complesso e difficile, quale è quello della cooperazione.
Lascia nel dolore tre figli, i sig.ri Giovanni, Angelo e Lorenzo ai quali tutto ‘il Popolo Cattolico’ presenta le più affettuose e cristiane condoglianze, nel ricordo di un personaggio che ha lasciato tracce indelebili di bene e di operosità fraterna e generosa in Treviglio e tutto il territorio, visto che la Cooperativa agisce non solo nella città ma anche nella zona.

Da «Il Popolo Cattolico» dell’8 ottobre 2016

——————————————————————————————————————
La cooperativa il Sole e la Terra partecipa al lutto della Cooperativa Famiglie Lavoratori per la perdita del presidente onorario Fausto Ferrari, figura importante della cooperazione bergamasca e precursore dell’economia solidale.

———————————————————————————————————————-

A tutti soci di Confcooperative Bergamo

Con dispiacere Vi comunichiamo che è venuto a mancare FAUSTO FERRARI, cooperatore autentico e appassionato della cooperativa CFL di Treviglio, già Presidente di Federconsumo e consigliere di Confcooperative.
I funerali si terranno giovedì 6 ottobre alle ore 15,30 partendo dalla sua abitazione di via Papa Giovanni XXIII a Treviglio.

Cordiali saluti.

Confcooperative Bergamo
——————————————————————————————————————

Egregio Presidente,

abbiamo appreso oggi la notizia della scomparsa dell’a mico Fausto Ferrari.
Abbiamo perso un amico e la nostra Cassa ha perso un socio vero che voleva bene alla nostra Istituzione. Fausto è stato
un uomo sincero, onesto, sempre impegnato nella Cooperazione sociale in cui credeva fortemente nei principi fondanti
della cooperativa stessa. La Sua scomparsa ci lascia amareggiati e addolorati. È grazie alla generosità e al coinvolgimento di uomini, come Lui, animati da nobiltà d’animo, tenacia, disponibilità, che il nostro territorio e la nostra gente possono vivere la bella esperienza del dono.

Siamo certi che l’amico Fausto continuerà a seguire Voi, la Cassa, i Soci e la Cooperativa dal nuovo mondo in cui vive.
Ci uniamo sinceramente al Vostro cordoglio.

Il direttore generale
Il presidente
Cassa Rurale BCC Treviglio

Un pensiero su “Il mondo della cooperazione in lutto per Fausto

  1. Con Fausto è bello ricordare anche le parole tratte dal “Libro di Giobbe…
    .. dopo la mia pelle, sarà distrutto questo corpo, senza la mia carne, vedrò Dio. … i miei occhi, non quelli d’un altro;
    il cuore, dal desiderio, mi si consuma”!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *