Giù le mani dall’Amazzonia

Bolsonaro deforesta l’Amazzonia: il 60% in più rispetto a giugno 2018 Circa 762,3 chilometri quadrati, pari a 106.000 campi da calcio. È difficile da scrivere, figuratevi immaginarne l’ampiezza. Eppure è la superficie disboscata a giugno nell’Amazzonia brasiliana, il 60% in più rispetto all’anno precedente, come denunciato dall’INPE, l’Istituto nazionale di ricerca spaziale. Quello che siamo…

Curiamo il nostro fratello blu

Di solito si ricordano e si celebrano le giornate dell’indipendenza, invece il 9 luglio l’Europa si è trovata a fare i conti con una ricorrenza di segno opposto: il Fish Dependence Day. Questo giorno identifica simbolicamente per l’Europa la fine di pesce, molluschi e crostacei da approvvigionamento interno e l’inizio delle importazioni — quindi della…

Una prima battaglia è vinta: Montecitorio vieta l’asta a doppio ribasso

Una prima battaglia è vinta. Con 369 voti favorevoli e 60 astenuti Montecitorio approva la proposta di legge 1549-A che vieta l’asta a doppio ribasso, ovvero quel meccanismo architettato dalla GDO per assicurarsi le migliori forniture a prezzi stracciati, mentre fa pagare tutto il prezzo del sottocosto ai braccianti agricoli e stagionali, fomentando fenomeni di…

Arriva in Italia il filetto vegano che “sanguina”, che cosa ne pensate?

Nel 2007 Michael Pollan, giornalista statunitense autore (tra gli altri) del Dilemma dell’onnivoro, scriveva in un articolo «Non mangiate niente che la vostra bisnonna non riconoscerebbe come cibo». Chissà cosa direbbero le nostre bisnonne della new entry tra i piatti pronti che è sbarcata in Italia proprio in questi giorni: il filetto vegano che “sanguina”…

CETA, attacco all’Italia. Il governo rilegga gli accordi

Le misure sull’etichettatura dell’origine del grano, il divieto nei confronti degli OGM e la diffidenza verso il glifosato. Quelle che possono considerarsi conquiste dei consumatori a tutela della salute e dei produttori (in particolare di quelli che mettono la qualità prima del profitto), diventano barriere da abbattere per CropLife, l’associazione internazionale delle aziende agrochimiche che,…

Api, continua lo sterminio

Diecimila api morte sono state ritrovate dagli apicoltori di Musile, Comune veneto compreso tra i fiumi Piave e Sile. Lo scorso aprile apicoltori dell’Alessandrino hanno denunciato nuovi eventi di morie di api, a Castelletto d’Orba poi ad Acqui Terme. I sintomi riscontrati dagli apicoltori sono riconducibili all’avvelenamento: api tremolanti con le convulsioni, incapaci di volare…