SPARGI SEMI, SALVA LE API E FAI FIORIRE LA PACE!

Slow Food lancia la Flower Power Challenge: spargi semi, salva le api e fai fiorire la pace! 

COME DIFFONDERE I SEMI E LA PACE 

Nella settimana in cui ricorrono la Giornata mondiale delle api, il 20 maggio, e la Giornata mondiale della biodiversità, il 22 maggio, partecipa alla sfida: 

fai delle “sfere di fiori” (un mix di semi di fiori selvatici, argilla e terra) e lanciale nel tuo giardino, negli spazi verdi pubblici o anche in un vaso sul balcone; 

pianta fiori e alberi adatti agli impollinatori; 

fai una foto e mostrala su Instagram (slow_food_italia) e Facebook (Italia.slowfood). 

Ma è possibile continuare a disseminare per tutta l’estate, fino alla metà di settembre. Qualche seme potrebbe germinare anche la primavera successiva. 

COME FARE SFERE DI FIORI 

OCCORRENTE 

semi di fiori selvatici — dal tuo giardino o da un negozio di giardinaggio. È molto importante procurarsi semi di varietà autoctone, il rischio è di usare semi di infestanti. Vi consigliamo di informarvi sulla flora locale tipica e usare quei semi e non altri; 

polvere di argilla — in qualsiasi negozio di artigianato; 

compost senza torba; 

acqua; 

una ciotola. 

ISTRUZIONI 

Mescola 1 tazzina di semi con 5 tazzine di compost e 2–3 tazzine di argilla in polvere (puoi usare il terriccio se ce l’hai) in una ciotola. 

Aggiungi lentamente l’acqua e, con le mani, mescola tutto bene insieme. 

Fai delle polpettine con il coposto. 

Lascia asciugare le palline in un posto soleggiato finché non diventano dure. 

Una volta asciutte, arriva la parte divertente! Lancia le sfere di semi nelle parti spoglie del giardino o nei terreni incolti della città (rotatorie trascurate, aiuole e fioriere, ecc.) e aspetta di vedere cosa salta fuori! 

Spargi le sfere il prima possibile: per impastarle si usa l’acqua e quindi i semi iniziano a germinare. Aspettare troppo a lungo potrebbe compromettere la vitalità del seme. 

VUOI PIANTARE QUALCOSA? SEMINA PIANTE NETTARIFERE! 

C’è una vasta gamma di piante che attirano le api, tra cui borragine, lavanda, malva, rosmarino, timo, calendula e veccia, tra molte altre! Attenzione: molti semi commercializzati come “adatti alle api” sono stati trattati chimicamente e hanno proprietà insetticide, quindi assicurati di diffondere semi e piante che non hanno subito alcun trattamento insetticida. 

Gli alberi sono una fonte estremamente importante di cibo per le api e altri impollinatori. Prova a cercare alberi nativi come il salice, l’acero, l’ippocastano, l’acacia e il tiglio che crescono bene nella tua zona, o considera di piantare alberi da frutto nel tuo giardino. 

A cura di Franco Sonzogni 

fonte: slowfood.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.