Il fico, un frutto dalle mille virtù

Un frutto tipico dell’estate e del mese di settembre è il fico, di cui esistono tantissime varietà, diverse per forme e colori. Questi frutti, particolarmente dolci al palato, sono ricchi di proprietà nutrizionali e possono essere consumati sia freschi, quando è stagione, che secchi nel resto dell’anno.

I fichi freschi forniscono al nostro organismo circa 50 calorie ogni 100 grammi, tanto quanto altri frutti freschi. I fichi secchi invece (avendo perso acqua) apportano 249 calorie ogni 100 grammi .

I fichi sono ricchissimi di fibre e sono consigliati a chi soffre di stitichezza o ha problemi intestinali e sono davvero efficaci, soprattutto a stomaco vuoto.

Ricchi di zuccheri, vitamine e sali minerali, i fichi possono essere una buona fonte di energia subito spendibile e 100% naturale, da consumare ogni volta che si ha bisogno di un po’ di sprint in più.

I fichi sono ricchi di calcio e di altri minerali, per questo un consumo regolare, associato ad una sana alimentazione e a un po’ di attività fisica, assicura una buona salute delle ossa e dei denti.

Ricchi di polifenoli, antiossidanti naturali, i fichi contribuiscono a mantenere giovani le cellule del nostro corpo e aiutano a prevenire diversi tipi di tumori, sempre se associati ad un’alimentazione equilibrata e a uno stile di vita sano.

Le diete ad alto contenuto di sodio possono portare a sviluppare ipertensione, al contrario cibi, come i fichi, che combinano insieme potassio, calcio e magnesio e sono invece poveri di sodio possono contribuire a prevenire la pressione alta.

I fichi hanno anche potere antinfiammatorio: consumarli o applicarli sulla pelle può aiutare a risolvere problemi come l’acne. L’effetto lassativo può aiutare il corpo a smaltire le tossine, possibile motivo di comparsa di alcuni problemi della pelle.

Le vitamine, i minerali e gli antiossidanti contenuti nei fichi aiutano il sistema immunitario a svolgere le sue funzioni e quindi a proteggere meglio il nostro organismo dagli agenti esterni.

I fichi contengono prebiotici, ovvero le sostanze di cui si nutrono i batteri buoni che normalmente vivono nel nostro intestino. Quando la flora batterica è equilibrata ne beneficia non solo la nostra digestione ma tutto il nostro corpo.

Anche se sono zuccherini, la presenza nei fichi di sali minerali come potassio e magnesio contribuisce a tenere sotto controllo la glicemia. Ma sarebbero in particolare le foglie di questi frutti che, secondo uno studio, sarebbero in grado di controllare la glicemia alta dopo i pasti.

fonte: lacucinaitaliana.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.